Pensiamo ai tre utensili sempre presenti sulle nostre tavole: forchetta,cucchiaio e coltello. Oggi vi parlo dei primi due: Il cucchiaio Se penso all’origine del cucchiaio, mi piace immaginare Eva mentre si disseta, appoggiando le labbra ad una conchiglia di madreperla. Infatti il primo oggetto adatto a raccogliere e a contenere un liquido potrebbe proprio risultare essere una foglia o un …

‘I ferri per trinciare alla moderna’ La parola scalco deriva dal gotico skalker (servo) ed è entrato nell’uso intorno al Trecento, il termine designava in origine l’addetto a scalcare, cioè a trinciare (tagliare) le carni cucinate alla presenza dei convitati o quelle cucinate in un ambiente di servizio detto scalcheria. Successivamente nel XIV secolo gli fu dato il compito di …

  Si nasce cuoco o si diventa cuoco? Si nasce cuochi come si nasce musicisti, scrittori, scultori. Ma queste attitudini dovranno poi accompagnarsi a una apposita istruzione scolastica e a una successiva acquisizione delle varie esperienze e capacità.  Si diventa cuochi quando si esce dalla sfera di quello che si definisce hobby e si intraprende la scelta di una carriera …

Aprendo il dizionario alla voce “ tappo” si legge: – dal basso tedesco tap – manufatto di sughero, gomma, metallo, legno, plastica, vetro o altro, utilizzato per chiudere, più o meno ermeticamente, la bocca di diversi recipienti ( bottiglie, flaconi, vasi, otri, botti ecc. di forma perlopiù cilindrica o prismatica. Ma – ahimè – con tappo si suole anche intendere …

Le nostre feste pasquali simboleggiano, in aggiunta alla festività religiosa, il risveglio della natura dal letargo invernale, l’esplosione di questa forza immensa nascosta nelle viscere della terra, che esce dal sonno; la nascita di una esistenza che tende alla luce. L’uovo rappresenta, sin dall’antichità, il simbolo embrionale della natura che sta per aprirsi ai raggi del sole. Ricordiamo nei miti …

Se interpellate diverse persone circa il vero significato della parola acciarino, ovvero quale oggetto s’intenda esattamente con questo termine, ne otterrete sicuramente risposte diverse e non sempre collimanti fra loro. L’acciarino è un piccolo strumento di acciaio con il quale si batte la pietra focaia per trarne faville di fuoco che accendono l’esca. Con una formula quasi matematica potremmo così sintetizzare il suo impiego: acciarino + pietra focaia + esca = fiamma.

Si racconta che l’invenzione della cottura dei volatili nell’argilla sia dovuta all’astuzia di servi poco onesti alle dipendenze di un facoltoso agricoltore.  Costui constatava la continua sparizione di polli di sua proprietà ma non riusciva a scoprire il ladro. La colpa veniva attribuita dai servi a volpi e faine. Tale versione non convinceva del tutto il ricco possidente che si …

In una brigata di cucina al pasticciere competono tutte le preparazioni dolci , calde e fredde, i gelati ed anche le paste salate per la cucina. E’ dunque compito di questo capo partita preparare gli impasti che utilizzerà il garde-manger, cuoco responsabile delle preparazioni delle carni destinate alla cottura, dei piatti freddi, degli antipasti freddi, delle galantine, dei ripieni a base …

Risotto alla milanese. Approfitto della vignetta dell’amico Mario Airaghi: pittore e disegnatore con una particolare predilezione per la satira, per coinvolgervi nel percorso compiuto del riso in bianco- o riso in brodo – o riso all’onda – per convertirsi in risotto alla Milanese. Con vino o senza vino? Con vino bianco o vino rosso ? Questo è il dilemma. Le …

Alcuni illustri personaggi del passato ebbero il piacere di vedersi dedicate delle ricette anche se la loro attività era rivolta ad occupazioni ben diverse dalla gastronomia. Vi sono stati nobili, statisti, generali, artisti di teatro e musicisti ma anche cantanti, favorite o semplicemente belle donne accondiscendenti, i cui nomi legati a certe preparazioni culinarie, sono sopravvissuti nei secoli tanto da …